derattizzazioni disinfestazioni napoli

D'Orta Spa: servizi alle aziende - derattizzazione

DERATTIZAZZIONE
richiedi-preventivo.php

La storia dei topi è da sempre stata indissolubilmente legata a quella dell'uomo. Infatti, dall’Asia dove si pensa che si sia evoluto, con i scambi commerciali e le varie campagne di conquista in tutto il mondo, il topo ha esteso il proprio areale praticamente in qualsiasi parte del globo, anche sulle isole più remote.

Si tratta di animali attivi perlopiù dopo il tramonto: anche durante la notte, comunque, si tengono ben lontani dalle fonti di luce violenta. Durante il giorno, i topi riposano in tane poste in luoghi riparati e foderati con vari materiali, come cartone, stoffa ed erba. Il topo non va in letargo, a differenza di molti altri roditori: esso si adatta infatti molto bene ad ambienti freddi (purché vi sia disponibilità di cibo)al punto che se ne trovano popolazioni stabili anche all'interno di celle frigorifere.
Si tratta di animali tendenzialmente onnivori: mangiano perlopiù prodotti di origine vegetale, ma all'occorrenza non disdegnano carne e latticini. Il topo ricava l'acqua di cui necessita per la maggior parte dal cibo: in ogni caso necessita anch'esso di bere ogni tanto.

Approfondimenti
richiedi-preventivo.php

Topi e ratti appartengono alla famiglia dei Muridi, ordine Roditori (come il criceto, il castoro e l’istrice), classe Mammiferi. Le specie presenti in Italia, in ambiente urbano, che vivendo a stretto contatto con l’uomo possono causare problemi igienico-sanitari, sono essenzialmente tre:
- Rattus norvegicus
- Rattus rattus
- Mus musculus

Ratti e topi hanno un corpo allungato rivestito di pelo, il naso provvisto di vibrisse o peli tattili, piedi con cuscinetti plantari e quattro dita negli anteriori (il pollice e solo abbozzato) e cinque nei posteriori. I denti incisivi, ricoperti di smalto giallo, sono a crescita continua. La coda è coperta di squame, con scarsi peli e in alcune specie supera la lunghezza del corpo: è utilizzata principalmente per l’equilibrio.
I muridi sono onnivori, ossia si nutrono di qualsiasi alimento di origine animale o vegetale. I ratti sono caratterizzati dalla neofobia, cioè dalla paura di cose nuove. Se trovano un alimento nuovo non lo toccano per parecchio tempo e solo in seguito lo assaggiano. Se passato ulteriore tempo non hanno disturbi di alcun tipo divoreranno quanto ne rimane.
I ratti si distribuiscono all’interno di un’area delimitata in maniera raggruppata. Per questa loro particolarità si può assistere ad infestazioni molto evidenti di alcune aree e la completa assenza o la sola casuale presenza in altre zone anche limitrofe.

Rischio sanitario e danno economico
Oltre a causare evidenti danni di tipo diretto sulle derrate alimentari a causa della loro attività alimentare, i topi contaminano l’ambiente in cui si trovano sia con le loro feci e urine (emesse di continuo per marcare il territorio) sia con il loro semplice passaggio (lasciano infatti peli e tracce untuose e trasportano, attaccati al loro corpo diversi microrganismi).

Abitudini
I ratti e i topi sono onnivori e si nutrono di una vasta varietà di cibo: insetti, molluschi, pesci, carogne, uova, frutta, cereali, ortaggi, carta e legno. Il cibo può essere consumato in loco o accumulato in appositi spazi ricavati all’interno delle tane.

CONTROLLO INTEGRATO DI TOPI E RATTI

Ogni serio programma di controllo dei roditori è costituito da cinque tappe fondamentali:
1) Accurata ispezione per identificare le specie coinvolte, i rifugi ed i fattori che incoraggiano
lo stabilirsi delle infestazioni;
2) Efficace sanificazione per sottrarre ai roditori il cibo ed i nascondigli;
3) Eliminazione fisica di tutte le potenziali entrate, attraverso le quali i roditori possono
accedere al fabbricato;
4) Riduzione della popolazione dei roditori attraverso l’impiego di rodenticidi, di trappole e di
altre misure di controllo.

D'Orta S.p.A. - Via Provinciale Pianura, Località San Martino, 18 - 80078 Pozzuoli (Na)Tel.: 081 5264388 - Fax: 081 5266177 - P.iva 00661200634 | info@dorta.it

privacy | web agency E26